Booking e Info +39 0784 39303 Orari: Lun/Ven: ore 9:00/19:00, Sab: ore 9:00/13:00 Richiamami

Portale Sardegna
Torna alla Home
La Sardegna proposta da chi la vive!
Iscriviti alla newsletter e risparmia 20€ extra

Guida vacanze Nuoro

Quando  viene nominata la Sardegna si  pensa subito ad una bella vacanza estiva e al suo mare, ma la Sardegna è anche fatta di città affascinanti dell’entroterra come Nuoro, cuore della Barbagia.

Si trova al centro dell’isola, a pochi chilometri da Orosei e dal suo grande golfo, sopra un altopiano granitico, a circa 550 m s. l. m. , ai piedi del Monte Ortobene, circondata dalle aspre vette del Supramonte, da foreste secolari e incontaminate e da tutta una serie di paesi in cui ancora resistono le vecchie tradizioni e gli usi e i costumi di un tempo, dalla personalità forte e decisa, così come gli abitanti della provincia.

Vacanze in Sardegna
a Nuoro

Kayak

Per gli appassionati di fiumi e laghi si consiglia di noleggiare una canoa, presso la località Su Gorroppu, dove partire per un emozionante e splendida gita lungo il fiume Cedrino tra gole profonde e canyon spettacolari.

 

Eventi

Sfilata del Redentore. Di estrema importanza per i nuoresi, in quanto è presente la statua del Cristo Redentore a cui ogni anno è dedicata un’importante e sentita sfilata che richiama persone da tutta l’isola. La sfilata si compone da gruppi folkloristici vestiti con i costumi tradizionali dei loro paesi, da maschere tradizionali e carri trainati dai buoi. Si parte dalla città e si giunge fin la cima del monte. Si conclude la notte con balli tradizionali nell’anfiteatro di Nuoro.

 

Cala Ginepro

È una piccola spiaggia di sabbia fine con un fondale basso bagnato da un mare azzurro e limpido. È circondata da piccoli e grandi scogli rosa di granito, mentre alla sue spalle si trova lo Stagno di Sa Curcurica, in cui nidificano cormorani, garzette e altre specie di uccelli marini. Sono presenti un chiosco bar e un servizio di noleggio pedalò.

 

Arrampicata

Il Supramonte è ricco di pareti rocciose da scalare e attraversare. Per i meno esperti si consiglia di farlo assieme a guide professioniste e preparate. Numerosi i centri che organizzano gite ed escursioni nei monti della Barbagia. 

Monte Ortobene

Sin dalle epoche più remote tale luogo è stato utilizzato dalle popolazioni residenti a valle come rifugio e tutt’ora sono presenti numerosi resti di edifici nuragici, tombe prenuragiche e ripari sotto roccia riutilizzati per millenni dai pastori. Da segnalare la zona di Seuna, dove sono stati effettuati diversi importanti ritrovamenti e tracce di muratura. Il legame della città con il Monte è decisamente forte ancora ai nostri giorni, esso è parte fondamentale della vita nuorese, e non si può pensare di vedere Nuoro senza fare un salto all’Ortobene. L’intera area è coperta da una fitta vegetazione, da alberi secolari che creano una fresca ombra durante i mesi più caldi. Mentre, d’inverno si potrà godere di un paesaggio tutto imbiancato grazie alla splendida vista che spazia su tutta la Sardegna e arriva fino al mare. All’interno di un enorme masso troveremo “Sa Conca” residenza rurale e unica ricavata all’interno di questo masso di granito dalla forma sferica. Dotato di tavoli e panchine, munito di zona pic-nik, è l’ideale per trascorrere una giornata arrostendo carne con gli amici. Vi è anche un parco giochi per più piccoli. Di estrema importanza per i nuoresi, in quanto è presente la statua del Cristo Redentore a cui ogni anno è dedicata un’importante e sentita sfilata che richiama persone da tutta l’isola. La sfilata si compone da gruppi folkloristici vestiti con i costumi tradizionali dei loro paesi, da maschere tradizionali e carri trainati dai buoi. Si parte dalla città e si giunge fin la cima del monte. Si conclude la notte con balli tradizionali nell’anfiteatro di Nuoro.

 

Lago di Gusana

È un bacino artificiale della Sardegna realizzato tra il 1959 e il 1961 nel territorio del bel paese di Gavoi, nella Barbagia di Ollolai, a pochi chilometri da Nuoro. Nasce dallo sbarramento del rio Gusana tramite una diga costruita tra monte Littederone e Nodu Nos Arcos. Esso si estende lungo la base dell'altopiano granitico del paese di Fonni e risulta essere in perfetta armonia con l’ambiente circostante costituito da dolci rilievi, in cui regna il verde delle roverelle, appartenenti alle specie delle querce. Per giungere al lago si deve arrivare sulla strada statale 131 bis e imboccare lo svincolo per Ottana. Da qui si deve proseguire per Gavoi da dove è necessario prendere la strada 128 (Gavoi-Fonni), che costeggia appunto il lago. Gusana è un ottimo luogo per realizzare gite, per trascorrere una giornata in mezzo alla natura e alla selvaggità che solo la Barbagia è in grado di dare. Nei suoi dintorni non mancano bar, punti ristoro e alberghi.

 

La casa di Grazia Deledda

Grande scrittrice nonché premio Nobel per la letteratura del 1926. La sua abitazione è stata trasformata in un museo, perfettamente conservato nel suo aspetto originario. Ci visse fino al giorno delle sue nozze e l’edificio si sviluppa su tre piani con un grande giardino. La casa della scrittrice è considerato monumento nazionale ed è tutelato dallo Stato (vi sono zone non accessibili). Le varie sale raccontano la vita della Deledda, le sue opere e la sua geniale mente. Una visita che oltre stimolare gli occhi e la mente viene intensificata e resa ancora più vera grazie all’aspetto olfattivo con i profumi degli alimenti freschi nella cucina e nella dispensa i quali si alternano a quelli ricreati per i diversi ambienti.

 

Il Parco e il Museo sul colle di Sant'€™ Onofrio.

Il Colle propone un grande Parco pubblico con all’interno il Museo della Vita e delle Tradizioni Sarde e la riproduzione di un tipico villaggio sardo. Sono state ricostruite alla perfezione le caratteristiche architettoniche dei diversi centri della Sardegna , con mobili antichi, vestiti e costumi, maschere, amuleti ed utensili. Un tuffo nel passato della sardegna alla scoperta e riscoperta di mestieri e modi di vita oramai scomparsi.

 

Il MAN

È il museo d’arte di Nuoro riconosciuto a livello internazionale in quanto nel corso degli anni ha ospitato artisti e opere di prestigio mondiale. Ogni anno organizza almeno quattro mostre temporanee e dà la possibilità di partecipare ad attività didattiche attraverso lavori di gruppo per stimolare l’esercizio delle espressioni artistiche. Dedicato ai bambini un percorso didattico apposito che porta all’interno del mondo dell’arte e della cultura locale e internazionale. Vi è la biblioteca comunale.

 

Il Duomo Santa Maria della Neve

Risale al XIX secolo in stile neoclassico. Tale chiesa fu dedicata alla patrona di Nuoro e la sua costruzione avvenne per la volontà del vescovo Giovanni Maria Bua, mentre il progetto fu affidato all’architetto Antonio Cano. La prima pietra posata risale al 1835, ma dopo la morte dell’ architetto, avvenuta accidentalmente proprio durante la costruzione, i lavori si fermarono per poi proseguire e terminare nel 1853. 

Mangiare in Sardegna

Si possono gustare a Nuoro i migliori piatti della tradizione culinaria della Barbagia, la carne arrosto e le interiora, le giustamente famose sebadas, i liquori tradizionali come il mirto, l'ottimo vino rosso e tante altre prelibatezze. Da consigliare in città il ristorante "Dai Monti Del Gennargentu" in Via Giovanni Maria Angioy 22, 08100 Nuoro, Sardegna, Italia e il Ristorante Monti Blu nella storica e bellissima Piazza Satta ( impreziosita dalle statue del grande artista Costantino Nivola) o il Ristorante Canne al Vento che porta il nome di uno dei più noti romanzi della Grazia Deledda. Per chi volesse abbinare a una favolosa escursione presso la fonte di Su Gologone presso Oliena un'ottima esperienza gastronomica consigliamo una tappa al noto ristorante e albero di Su Gologone con cucina tipica. Il tutto immersi nella natura rasserenante. 

Sa Curcurica

Si caratterizza per una sabbia bianca e sottile e per un fondale basso, per cui particolarmente adatto ai giochi e ai bagni dei bambini. Poco prima della spiaggia è presente una fitta e ombrosa pineta attrezzata con tavoli e barbecue per realizzare in tutta comodità dei piacevoli pic-nic e per ripararsi dal sole estivo. Inoltre, nei suoi pressi si trova uno specchio di acqua lacustre in cui dimorano diverse specie di uccelli, tra cui aironi cenerini, cormorani e garzette.

 

Osala

Si trova subito dopo la Marina di Orosei, la sabbia è color crema, il fondale in alcuni punti risulta essere abbastanza profondo e l’acqua è limpida e pulita. Alle sue spalle si trova una verde pineta dove poter trovare riparo dal sole caldo dell’estate. Vicino ad essa scorre un fiumiciattolo attraversabile grazie a piccolo ponte chiamato “dello Svedese”. È presente un bar.

 

Marina di Orosei.

Marina di Orosei.Si trova a soli 3 chilometri dal centro abitato che le dà il nome e si può raggiungere in automobile (vi è un ampio parcheggio poco prima della spiaggia) o tramite una pista ciclabile posta sul lato destro della strada. È uno degli arenili più lunghi della costa est, 6 chilometri di sabbia color crema con numerose conchiglie di varie dimensioni e forma. In alcuni punti è fortemente in pendenza e il fondale si presenta profondo e sabbioso con l’acqua di colore verde smeraldo, quando il mare è agitato si consiglia una particolare attenzione nel fare il bagno. Sono presenti un chiosco bar e un servizio di affitto natanti. Nei suoi pressi vi è lo stagno creato dal fiume Cedrino, con avifauna palustre e fitti canneti.

 

Fuili '€˜e mare

Fuili '€˜e mareSi trova a circa 10 chilometri a nord di Orosei ed è una piccola cala di sabbia fine dove rocce di basalto spuntano qui e là creando un paesaggio unico e affascinante unito a un fondale tutto da esplorare con maschera e boccaglio.

 

Cala Liberotto

Cala LiberottoI servizi presenti in questa località sono molteplici: bar, docce, noleggio ombrelloni, cicli e motocicli. Questa spiaggia si distingue per possedere un arenile di sabbia fine dalle tonalità grigie e bianche dove si alternano rocce granitiche rosa. Il fondale è basso e ideale per i bagni dei bambini. Dista da Orosei 12 chilometri.

 

Bidderosa

BidderosaÈ forse la spiaggia più bella della costa di Orosei, per tale motivo è sottoposta a tutela e protezione e vi si può accedere solo prenotando con largo anticipo al Museo Guiso di Orosei o rivolgendosi al Comune e alla Stazione Forestale di Orosei. Arrivarci è piuttosto semplice, una volta arrivati al parcheggio si percorre un sentiero tra verdi eucalipti e ginepri, e una volta giunti a destinazione si apre uno scenario irresistibile costituito da cinque stupende cale. La sabbia è fine come farina, dai riflessi argentati, e tutto attorno fanno da cornice rocce rossastre ricoperte da ginepri, pini e gigli selvatici. Un tratto dell’oasi confina con lo stagno della Curcurica. L’ingresso giornaliero è consentito a un numero limitato di auto e i biglietti si devono acquistano alla Stazione Forestale di Bidderosa, posta sulla SS 125, all’ingresso dell’oasi.

 

Sas Linnas Siccas

È una stupenda spiaggia di chicchi di granito rosa e bianchi che, giocando con i colori del sole e del mare celeste, creano dei riflessi unici dalle mille tonalità. Perfetta per chi sa apprezzare la natura e il suo animo selvaggio e incontaminato. Vi è un bar.