Booking e Info +39 0784 39303 Orari: Lun/Ven: ore 9:00/19:00, Sab: ore 9:00/13:00 Richiamami

Portale Sardegna
Torna alla Home
La Sardegna proposta da chi la vive!
Iscriviti alla newsletter e risparmia 20€ extra

Guida vacanze Oristano

È una cittadina di provincia posta nell’alto Campidano della Sardegna, di fronte al Golfo omonimo che va da Capo Frasca a sud e Capo San Marco a nord. È abbastanza esposta ai venti occidentali tra il Maestrale che batte durante tutto l’anno.

Per capirla e apprezzarla è necessario conoscere un po’ la sua storia.

Vacanze in Sardegna
a Oristano

Eventi

Sartiglia di Oristano, domenica e martedì di Carnevale. 

Piazza Eleonora

Nel centro della piazza sorge la statua dedicata al Giudice medioevale, alla sua sinistra c’è il Palazzo degli Scolopi, un ex convento, che ospita l’aula consigliare, il cui ingresso è caratterizzato da un imponente portale in arenaria, e diversi uffici comunali. Fu edificato verso il 1535 e nella Sala Giudicale sono presenti due importanti dipinti: Matrimonio di Donna Eleonora e Proclamazione della Carta de Logu di Antonio Benni. Nella vicina P.zza Roma, al centro, c’è la note Torre di Mariano II costruita nel 1290 dall’omonimo giudice di Arborea.

 

Musei Oristano

Antiquarium Arborense, si trova in piazza Corrias parallela alla via Umberto, chiamata dagli oristanesi Via Dritta. Al piano terra si possono vedere i preziosi reperti trovati nella penisola del Sinis e appartenenti alla città fenicia di Tharros, che in una sala può essere ammirata in tutto il suo splendore attraverso la ricostruzione in scala di un plastico. Sono presenti anche manufatti di epoca medioevale e antichi retabli. Questo museo è l’unico in tutta l’isola a disporre di una sezione espositiva dedicata ai non vedenti e agli ipovedenti.

 

Chiese Oristano

In p.zza Cattedrale sorge Santa Maria Assunta, costruita su una preesistente chiesa di età bizantina dedicata all’arcangelo Gabriele. Durante il corso della storia subì diverse modifiche fino ad assumere la forma che possiede tutt’ora, per cui camminando al suo interno si possono ammirare diversi stili architettonici in cui prevale l’eleganza del barocco piemontese. Mentre, risalgono al periodo romanico le cappelle di Rimedio e del Battistero. Una particolare menzione merita la statua dell’Annunziata e quella in pietra della Madonna del Rimedio. Chiesa e Convento di San Francesco, Sant’Antonio Abate, San Sebastiano, Chiesa di Santa Lucia.

 

Biblioteca Comunale

Fondata nella seconda metà del ‘900 si trova nell’ex ospedale e asilo di Sant’Antonio, nell’omonima via, un edificio spettacolare e antico, con un chiostro centrale. Oltre alle sale dedicate ai libri, vi è una parte in cui sono esposti preziosi reperti, vecchi strumenti e abiti, stupende testimonianze della giostra equestre di Oristano, la Sartiglia che si realizza la domenica e il martedì di Carnevale da più di 500 anni.

 

Piazza Mannu

Qui vi è la reggia giudicale, chiamata Sa Majorìa,ora sede del carcere cittadino, perciò non è visitabile all’interno, ma merita in ogni caso un’occhiata in quanto nella parete principale si può ancora notare, inciso nella pietra, il simbolo del giudicato: un albero deradicato. Si può ammirare solo dall’esterno anche il Seminario Tridentino,i cui lavori iniziarono nel ‘700 e terminarono, in base alle necessità e ai voleri dei vescovi che si susseguirono, poco prima della Grande Guerra. Esso ospita, oltre alle stanze dei seminaristi e dei preti, un importante museo che conserva collezioni storiche e archeologiche della provinca di Oristano, nonché una grande biblioteca ricca di incunaboli e cinquecentine, l’Enciclopedia della Scienza e una Bibbia poliglotta. 

Mangiare in Sardegna

Qui a Oristano ce n’è per tutti i gusti, piatti veloci o menù ricercati, pizzerie, ristoranti e paninoteche di certo non mancano. C’è il Ristorante Pizzeria Cocco&Dessì, in via Tirso, che propone piatti speciali a base di carne e pesce fresco e gustose pizze dagli accostamenti più particolari. È elegante e con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Per piatti abbondanti, più semplici ma altrettanto saporiti, a prezzi piuttosto bassi c’è il ristorante spaghetteria Lo Zen. Mentre, potete assaggiare la miglior pizza della vostra vita a La Grotta, a due passi da piazza Roma. Se, invece, a pranzo o a cena volete gustare un buon panino, fatto con verdure e carni fresche e genuine Punto Sapore, in piazza Sant’Efisio, è ciò che fa per voi. Tra le specialità di cui non potete fare a meno di assaggiare vi consigliamo la fregola ai frutti di mare, ma se vi trovate a Oristano durante il periodo di carnevale dovete assolutamente assaggiare le zippole e i fatti fritti. Ovviamente come vino da aperitivo c’è la vernaccia.