Booking e Info +39 0784 39303 Orari: Lun/Ven: ore 9:00/19:00, Sab: ore 9:00/13:00 Richiamami

Portale Sardegna
Torna alla Home
La Sardegna proposta da chi la vive!
Iscriviti alla newsletter e risparmia 20€ extra

Guida vacanze Villasimius

  • Guida vacanze Villasimius
  • Guida vacanze Villasimius
  • Guida vacanze Villasimius
  • Guida vacanze Villasimius
  • Guida vacanze Villasimius

La località di Villasimius si trova nella costa sud est della Sardegna, tra Costa Rei e Cagliari, in un tratto di costa tra i più belli e affascinanti della zona, sul promontorio di Capo Carbonara. È una cittadina che, soprattutto in estate, appare allegra e vivace, ricca di locali e strutture ricettive, frequentata da migliaia di turisti provenienti da tutto il mondo che la rendono un luogo cosmopolita, alla moda, divertente e sempre scattante. Ciò che la rende interessante, però, sono le sue spiagge.

Vacanze in Sardegna
a Villasimius

Volo e paracadutismo.

Amate gli sport estremi, la forza di gravità che vi trascina giù a tutta velocità? Oppure non avete mai provato queste sensazioni ma vi incuriosisce farlo? In entrambe le situazioni sappiate che a Castiadas, a pochi chilometri da Villasimius, è possibile lanciarsi dal paracadute, praticare parapendio e prendere lezioni e il brevetto per pilotare ultraleggeri. E tutto ciò in un territorio tra i più belli della Sardegna.

 

Surf, kite surf, vela.

Mete di surfisti e di appassionati del vento e delle onde sono le spiagge di Timi Ama, Porto Giunco e Campu Longu, grazie a venti e brezze costanti che riescono a farsi apprezzare sia dai professionisti che dai principianti. In più se a tutto ciò si aggiungono spiagge candide e acque celesti e pulite, non riuscirete più a staccarvi dalla vostra tavola. È possibile noleggiare attrezzature e prendere lezioni di surf e vela adatte ad adulti e bambini.

 

Eventi.

Eventi. La terza domenica di luglio si festeggia la Madonna del Naufrago con una processione in barca all’Isola dei Cavoli per rendere omaggio ai marinai morti in mare ai quali è stata dedicata una statua che si trova a dieci metri di profondità. E la sera le decine di locali, ristoranti, gelaterie e negozi sapranno divertirvi e farvi trascorrere al meglio la giornata che sta per concludersi.

 

Escursioni.

Escursioni a piedi e in bicicletta. Diversi sono i sentieri che si possono percorrere nei dintorni di Costa Rei fino a scendere più a sud a Villasimius. Tra le mete preferite vi è sicuramente Punta Is Molentis, nei pressi di Villasimius, a cui si giunge percorrendo il bivio per la località di Riu Trottu. Il litorale è immerso tra cespugli profumati di macchia mediterranea e si caratterizza per la presenza di una vecchia cava di granito aperta nella seconda metà del’800. Vi consigliamo anche il percorso di Porto Giunco. Qui inizia un sentiero, facilmente visibile grazie a una piccola casetta, che tra salite e discese, porta alla torre omonima, costruita attorno al XVI secolo come avamposto difensivo, per terminare poco più in là all'antica cava di granito chiamata Cava Usai, la quale sorge vicino a Cala Burroni. In bicicletta, invece, sono due i percorsi, uno lungo e uno breve. Si parte da Castiadas per entrambi con destinazione monte Maccioni, ma mentre il primo si svolge verso Monte Minniminni e Arcu Gutturu Frascu, il secondo fa della località San Pietro e del colle S'Impiccadroxiu le proprie tappe. Un terzo percorso passa tra la splendida Foresta di Acqua Callenti. Escursioni in quad e a cavallo. Per entrambe il punto di partenza è Piscina rei. A cavallo si prosegue costeggiando il mare per arrivare fra la spiaggia e lo stagno di Piscina Rei, dove è possibile ammirare da vicino i fenicotteri rosa. Successivamente ci si incammina verso la collina, attraversando prati di macchia mediterranea, e si ritorna al maneggio. In quad ci si dirige, invece, verso Capo Ferrato, percorrendo stradine circondate da alti e fitti cespugli di cisto e lentischi. Arrivati a destinazione il panorama si manifesta in tutta la sua bellezza regalando una vista straordinaria sulla costa. È prevista una sosta nei pressi del faro e si prosegue per la spiaggia di Feraxi con le sue dune di sabbia. Si percorre poi un percorso naturalistico tra secolari ginepri e si termina il tutto nella vicina peschiera. Escursioni in barca e immersioni. Due sono le destinazioni che si possono scoprire e visitare scegliendo un’emozionante gita in barca. L'isola di Serpentera, affascinante e selvaggia con i suoi grandi scogli chiamati Variglioni e la sua costa sinuosa e ondulata, da qui il nome, offre anche la possibilità di un’escursione a piedi tra la torre spagnola di San Luigi e l'area della riserva marina a cui è proibito l'accesso alle imbarcazioni a motore con pescaggio elevato. L'Isola dei Cavoli, invece, si trova di fronte al promontorio di Capo Carbonara davanti alla località di Villasimius. Si caratterizza per avere spiagge magnifiche azzurre con fondali molto popolati da aragoste, saraghi, orate, barracuda e polpi. Si trova qui, a circa 10 metri di profondità, la statua della Madonna del Naufrago.

Museo archeologico di San Teodoro

Al suo interno si possono ammirare reperti del periodo nuragico e fenicio, come quelli del tempio sacro di Is Cuccureddus. Non mancano anfore, ex-voto in terracotta riproduttivi di volti delle divinità di epoca romana. Vi è una sala dedicata ai reperti rinvenuti fondali marini e una che ospita tutti gli oggetti ritrovati nel relitto presente di fronte all’isola dei Cavoli (matonelle spagnole, spade, cannoni). Infine , nella Sala del Territorio i è possibile scoprire tutti i popoli che hanno messo piede nella zona di Villasimius.

 

Fortezza vecchia

Fu realizzata in tempi diversi, tra la dominazione Aragonese e il 1600. Sorge sul promontorio tra il porto di Villasimius e la località Santo Stefano. Molto affascinante in quanto si caratterizza per essere formata da una costruzione centrale con quattro torri e da una muraglia che racchiude un ampio giardino.

 

La Torre di Porto Giunco

Risale al XVI secolo e fu edificata dagli spagnoli per la difesa delle coste dalle invasione barbariche, è posta sul promontorio di Capo Carbonara e domina l’intera area. Da qua su, si ammira un panorama indescrivibile che spazia da ovest con la laguna e lo stagno di Notteri e le dune di sabbia di Porto Giunco, fino a est, con la cava Usai nei pressi di Cala Burroni.

 

Cava Usai

Si trova vicino a Cala Burroni, tra Capo carbonara e la Torre del Giunco. Per gli abitanti del luogo tale sito riveste un’importanza notevole poiché è il simbolo del duro lavoro di estrazione del granito che i loro predecessori hanno dovuto svolgere in passato. Assieme a quella di Punta Molentis è stata una delle più importanti cave della zona.

 

Area Marina Protetta di Capo Carbonara

È stata inaugurata nel 1998 per tutelare diversi ecosistemi, per la precisione quello marino e quello lacustre dello stagno di Notteri, che qui si uniscono per dare vita a un habitat ricco di specie animali e vegetali uniche. L’area marina si estende da Capo Boi fino a Punta Porceddu e include ovviamente anche Capo Carbonara, l'isola dei Cavoli e quella di Serpentara con i suoi isolotti minori chiamati Varaglioni. Si caratterizza per essere dimora di fenicotteri, gabbiani e starne e per avere litorali di quarzo, presente soprattutto sulle spiagge di Porto Giunco e Campu Longu. Spesso si possono avvistare lungo le coste branchi di delfini, mentre nei fondali dell'Isola dei Cavoli è presente la statua della Madonna del Naufrago a cui si rende omaggio con una processione in barca la terza domenica di luglio. 

Mangiare a Villasimius

Villasimìus è una località in cui certo non mancano ottimi ristoranti in cui assaggiare e gustare i sapori delle specialità della tradizione sarda. Carne o pesce? Decidete voi, ogni locale è in grado di offrirvi ciò che più desiderate accompagnando il tutto dai vini migliori dell’isola. Se volete iniziare con un buon aperitivo il Baccusardus è ciò che fa per voi, vini e soft drink da sorseggiare assieme a taglieri di formaggi e salumi sardi. Per la cena vi consigliamo Sa Bingia, Ristorante Pizzeria Santa Maria o Su Forreddu. 

Spiagge Villasimius

Spiagge VillasimiusLe spiagge di Villasimius. Dal centro abitato di Villasimius è possibile raggiungere in bicicletta o in automobile diverse splendide spiagge. All'altezza di Capo Boi, da cui è possibile ammirare una grandiosa vista sul Golfo di Carbonara, troviamo la spiaggia di Porto Sa Ruxi raggiungibile tramite una stradina sterrata di qualche chilometro. Un po’ più avanti, proseguendo verso nord est, all’interno del golfo di Carbonara, c’è Piscadeddus, un altro arenile degno di essere visto e apprezzato in tutta la sua semplice bellezza. Successivamente vi sono Campus e Campu Longu, la spiaggia del Porticciolo, forse più conosciuta col nome di spiaggia del riso, e Cala Caterina molto amata da chi pratica immersioni in quanto si può osservare nel fondo un relitto della Seconda Guerra Mondiale. A sud di Capo Carbonara si trova la spiaggia dei Cavoli, con davanti l’isola omonima. La spiaggia di Porto Giunco o Cala Giunco si trova poco dopo. Alle sue spalle vi è lo stagno di Nottéri che delimita, assieme al mare, l’arenile, formando una piccola lingua di sabbia bianca. Qui vi sono numerosi servizi, è accessibile ai diversamente abili, possiede un parcheggio a pagamento, sono presenti bar, punti di ristoro e locali notturni, alcuni tratti sono attrezzati ed è perciò possibile il noleggio di ombrelloni e lettini. Dato che ha un fondale basso è particolarmente adatta ai bambini. Accanto a questa vi è la piccola Timi Ama che possiede le stesse caratteristiche e gli stessi servizi del Giunco. Infine, assolutamente da non perdere Punta Molentis circondata dalla macchia mediterranea e caratterizzata per la presenza di una vecchia cava di granito.