Nell’estremo nord della Sardegna a Santa Teresa di Gallura

Nell’estremo nord della Sardegna a Santa Teresa di Gallura

 

 

Eretta per volere di Vittorio Emanuele I agli inizi del’800, Santa Teresa di Gallura si trova nella punta più estrema della costa settentrionale della Sardegna, tra scogliere granitiche e frastagliate e distese immense di macchia mediterranea.

In realtà, la sua storia risale al periodo nuragico quando era abitata da antiche genti che vi costruirono diversi insediamenti, di cui ancora ora è possibile averne traccia in alcuni siti archeologici, poco lontani dalla cittadina.

La zona era trafficata anche durante l’epoca romana e il Medioevo. Fu un importante porto sardo nel periodo delle Repubbliche Marinare ed Eleonora d’Arborea vi fece costruire un grande castello, completamente raso al suolo, successivamente, dai Genovesi che decisero di avviare un processo di spopolamento dell’area.

Per anni, il territorio dove ora sorge la cittadina era dimora di pirati e briganti. Gli spagnoli per arginare tale problema vi edificarono una torre di avvistamento e difesa attorno alla quale sorsero accampamenti di soldati.

Nei primi anni dell’800 il Re Piemontese decise di riqualificare la zona costruendo appunto strade, piazze e abitazioni che ora costituiscono Santa Teresa, cittadina ricca di servizi turistici e circondata da paesaggi mozzafiato.

Tutto attorno ad essa vi sono tante stupende spiagge. Accanto alle principali, ne esistono diverse meno note ma altrettanto meravigliose poste in diverse posizioni e questo permette di trovare sempre riparo dai forti venti che qui battono spesso.

 

 

Tra i litorali galluresi più belli, vi consigliamo la spiaggia di Rena Bianca, Rena Majore, Santa Reparata, Cala Spinosa. Degna di essere menzionata a parte, è la Valle della Luna, così chiamata per via del suo paesaggio stupendo fatto di rocce bianche e tonde che ricordano appunto l’ambiente lunare.

Santa Teresa è ideale per vivere una vacanza fatta di relax e divertimento, ma anche per compiere diverse escursioni e gite nel suo circondario. Da qui, per esempio, partono i barconi che portano i viaggiatori alla scoperta dell’arcipelago della Maddalena, poco distante.

Mentre, un’altra favolosa località da ammirare in religioso silenzio sia durante il giorno che la notte sotto la luce della luna è Capo Testa, luogo privilegiato che con la sua bellezza mistica riesce a evocare nei sui visitatori una grande forza spirituale ed emozioni intense.

Il promontorio si sviluppa di fronte alle aspre e bianche scogliere della Corsica e si dipana imponente con enormi massi granitici di colore grigio e rosa, dalle forme più strane e fortemente evocative, nel mare delle Bocche di Bonifacio.

 

Presa da qui

 

Santa Teresa si trova non distante dai centri più importanti della Costa Smeralda, raggiungibili in poco tempo, come Palau, Porto Cervo e Porto Rotondo.

È una cittadina sempre vivace, ricca di locali notturni, di ristoranti in cui poter gustare le prelibatezze tipiche della Gallura, come la zuppa, in cui passeggiare tra le decine di negozi di artigianato sardo che rimangono aperti anche la notte, in cui gli appassionati di sport acquatici troveranno tutto l’occorrente per dilettarsi nelle loro attività preferite.

Santa Teresa riuscirà sicuramente a soddisfare ogni vostra esigenza.

Per godere appieno della sua vivacità e freschezza il nostro consiglio è di alloggiare in uno dei diversi hotel di Santa Teresa di Gallura.

di Giulia Madau

Nell’estremo nord della Sardegna a Santa Teresa di Gallura

Presa da qui

Eretta per volere di Vittorio Emanuele I agli inizi del’800, Santa Teresa di Gallura si trova nella punta più estrema della costa settentrionale della Sardegna, tra scogliere granitiche e frastagliate e distese immense di macchia mediterranea.

In realtà, la sua storia risale al periodo nuragico quando era abitata da antiche genti che vi costruirono diversi insediamenti, di cui ancora ora è possibile averne traccia in alcuni siti archeologici, poco lontani dalla cittadina.

La zona era trafficata anche durante l’epoca romana e il Medioevo. Fu un importante porto sardo nel periodo delle Repubbliche Marinare ed Eleonora d’Arborea vi fece costruire un grande castello, completamente raso al suolo, successivamente, dai Genovesi che decisero di avviare un processo di spopolamento dell’area.

Per anni, il territorio dove ora sorge la cittadina era dimora di pirati e briganti. Gli spagnoli per arginare tale problema vi edificarono una torre di avvistamento e difesa attorno alla quale sorsero accampamenti di soldati.

Nei primi anni dell’800 il Re Piemontese decise di riqualificare la zona costruendo appunto strade, piazze e abitazioni che ora costituiscono Santa Teresa, cittadina ricca di servizi turistici e circondata da paesaggi mozzafiato.

Tutto attorno ad essa vi sono tante stupende spiagge. Accanto alle principali, ne esistono diverse meno note ma altrettanto meravigliose poste in diverse posizioni e questo permette di trovare sempre riparo dai forti venti che qui battono spesso.

httpsv://www.youtube.com/watch?v=vgZbRTN4sZE

Tra i litorali più belli, vi consigliamo la spiaggia di Rena Bianca, Rena Majore, Santa Reparata, Cala Spinosa. Degna di essere menzionata a parte, è la Valle della Luna, così chiamata per via del suo paesaggio stupendo fatto di rocce bianche e tonde che ricordano appunto l’ambiente lunare.

Santa Teresa è ideale per vivere una vacanza fatta di relax e divertimento, ma anche per compiere diverse escursioni e gite nel suo circondario. Da qui, per esempio, partono i barconi che portano i viaggiatori alla scoperta dell’arcipelago della Maddalena, poco distante.

Mentre, un’altra favolosa località da ammirare in religioso silenzio sia durante il giorno che la notte sotto la luce della luna è Capo Testa, luogo privilegiato che con la sua bellezza mistica riesce a evocare nei sui visitatori una grande forza spirituale ed emozioni intense.

Il promontorio si sviluppa di fronte alle aspre e bianche scogliere della Corsica e si dipana imponente con enormi massi granitici di colore grigio e rosa, dalle forme più strane e fortemente evocative, nel mare delle Bocche di Bonifacio.

Presa da qui

Santa Teresa si trova non distante dai centri più importanti della Costa Smeralda, raggiungibili in poco tempo, come Palau, Porto Cervo e Porto Rotondo.

È una cittadina sempre vivace, ricca di locali notturni, di ristoranti in cui poter gustare le prelibatezze tipiche della Gallura, come la zuppa, in cui passeggiare tra le decine di negozi di artigianato sardo che rimangono aperti anche la notte, in cui gli appassionati di sport acquatici troveranno tutto l’occorrente per dilettarsi nelle loro attività preferite.

Santa Teresa riuscirà sicuramente a soddisfare ogni vostra esigenza.

Per godere appieno della sua vivacità e freschezza il nostro consiglio è di alloggiare in uno dei diversi hotel di Santa Teresa di Gallura.

2 Comments on “Nell’estremo nord della Sardegna a Santa Teresa di Gallura”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *