Un piccolo grande viaggio a Costa Rei e Villasimius

PAesaggio di Porto Giunco

Avete voglia di un po’ di vacanza e di riposo qui, ora, subito? Allora cliccate play e lasciatevi trasportare dal rumore del mare, dell’acqua, del vento e della spiaggia di Villasimius, perché è proprio qua che ho deciso di portarvi oggi.

Rilassatevi…

 

 

Iniziamo il viaggio da Muravera e Costa Rei.

La prima ha origini medievali e rappresenta il principale centro turistico del Sarrabus sub regione della Sardegna posta e sud est, famosa per la bellezza del paesaggio, selvaggio, antico, dai colori intensi e dai profumi forti.

Muravera si trova vicino alla piana alluvionale del Flumendosa ed è circondata da importanti testimonianze archeologiche come i complessi megalitici di Piscina Rei e Cuili Piras, i quali conservano con cura e rispetto decine di Menhir, che gli appassionati di storia e archeologia non possono lasciarsi certamente scappare.

Immersioni a Villasimius
Snorkelling Villasimius by Sardinia Dream Tour

Vicino alla cittadina sono presenti anche alcune torri spagnole, di Capo Ferrato, delle Saline e dei Dieci Cavalli, utilizzate nei secoli scorsi come luoghi di avvistamento e difesa dalle incursioni dei pirati saraceni, molto diffuse lungo questo tratto di costa.

Andando verso il mare, troviamo una perla di sette kilometri. È Costa Rei, una lunga striscia di sabbia accessibile da diversi punti. Qui troviamo le spiagge di Capo Picci, Colostri, Feraxi e Mimose al Mare, per la maggior parte libere, intervallate da suggestive calette e bagnate dal mare azzurro.

Nel 2009 Costa Rei è stata insignita del Travel blogger award da una delle migliori e più affermate case editrici di guide di viaggio, la Lonely Planet, che ha incluso questa zona tra le dieci spiagge più belle del mondo.

E non chiedetevi come mai…

 

Presa di qui.

 

Scendendo un po’ più a sud c’è il paese di Castiadas, il cui territorio comprende mare e montagne.

Qui vi è, infatti, il parco dei Sette Fratelli del Monte Genis, un grande blocco granitico le cui vette sono separate da pittoresche incisioni e graziose valli quasi ortogonali fra loro.

Ricoperto da una lussureggiante foresta si caratterizza anche per la presenza di ruscelli e cascate nascosti tra i verdi alberi di lecci, querce da sughero, corbezzoli, eriche e mirto. Il sottobosco, invece, è ricco di macchia mediterranea e di altre pianti quali la ginestra di Corsica, la digitale rosa, la pratolina spatolata, il verbasco di Sardegna, lo zafferano minore.

Anche qui non mancano siti nuragici, tra i più importanti vi sono il complesso megalitico di oltre 50 menhir di Cuili Piras e il nuraghe Sa Domu de S’Orcu.

Tra le spiagge da non perdere ci sono Santa Giusta, famosa per lo scoglio a forma di tartaruga conosciuto come lo scoglio di Peppino, il lungo litorale di Sant’Elmo, Cala della Marina, Cala Sinzias e Cala Pira.

 

 

Foto di SardegnaDigitalLibrary, autore Franco Cerniglia.

Proseguendo il nostro viaggia verso sud, finalmente arriviamo a Villasimius, luogo spettacolare che sorge nella punta più meridionale della costa orientale della Sardegna.

Presa da qui, autore: Antonio Saba

La cittadina durante il periodo estivo è molto vivace, ricca di strutture ricettive in grado di offrirvi una vacanza all’insegna del divertimento, con un’attenzione particolare alle bellezze paesaggistiche che qui potrete ammirare rimanendo a bocca aperta.

Magnifici litorali e lingue di sabbia bianca, con un mare limpido strepitoso e con alle spalle cespugli e arbusti di macchia mediterranea profumata.

In alcuni punti vi sembrerà di essere circondati dall’acqua e dal suo splendore

 

 

Presa da qui.

Nel 1998 è stato inaugurato un parco, l’Area Marina Protetta di Capo Carbonara è caratterizzata da una singolare combinazione di ecosistemi incontaminati che uniscono quello marino e quello lacustre dello stagno di Notteri.

Anche Villasimius è ricca di vecchie torri. La Torre di Porto Giunco risale al XVI secolo, mentre quella di San Luigi sorge sull’isoletta di Serpentara.

Per gli assetati di cultura e tradizioni, la terza domenica di luglio vi è la sagra della Madonna del Naufrago: una processione in barca sino all’Isola dei Cavoli per adorare e onorare i marinai morti attorno alla costa ai quali è stata dedicata una statua che si trova a dieci metri di profondità.

Una magia autentica…

 

 

Se questo piccolo viaggio nel Sud Sardegna ti ha fatto sognare, immagina cosa potresti vivere andando di persona in questi luoghi!  Qualche piccolo suggerimento riguardo a offertehotel in Sardegna.

 

di Giulia Madau

One Comment on “Un piccolo grande viaggio a Costa Rei e Villasimius”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *