Nulla come la Sardegna:un sogno condiviso.

“Un sogno ad occhi aperti, passeggiate su sabbia bianca, spiagge da esplorare, tramonti infuocati da ammirare immersi in un abbraccio, gli Shardana…”

 


“…il popolo del mare lucente, le vele in danza, il sapore del corbezzolo appena colto, la pietra dei nuraghi da sfiorare e toccare, la voce del vento …”

Chi non ha mai sentito parlare della nostra isola come un luogo incantevole, unico ed ideale per passare delle vacanze meravigliose.

Eppure in riferimento alla promozione turistica del nostro territorio, ancora molto può essere fatto integrando la forte passione dei suoi abitanti in un progetto compiuto di Destination Management, ovvero nella creazione di una destinazione turistica.

 

NullaComeLaSardegna:non solo Vacanze Sardegna da cartolina, non solo collezione di foto, ma condivisione dei luoghi, delle emozioni  e delle persone incontrate.”

 

 

Nella speranza si costruisca presto un progetto strutturato in tal senso possiamo però adoperarci tutti nel migliorare noi stessi verso la cultura dell’accoglienza turistica, della vocazione al turismo.Una crescita culturale di ogni singolo soggetto che si vada ad incastrare perfettamente in un sistema collaborativo.

 

Quello che sicuramente possiamo fare immediatamente è infatti coinvolgere i sardi  ed i “viaggiatori innamorati”, quasi dei sardi adottivi a volte, nella comunicazione delle emozioni che questa terra sa dare. I sardi sono molto orgogliosi della Sardegna  e potrebbero voler comunicare le tante emozioni che questa terra sa dare.

 

niente come…spazi geo-emozionali che evocano bellezza e attendono solo il vostro sguardo generoso ed ammirato :-)”

 

 

Forse sono loro gli esperti di cosa fa dell’isola un luogo unico come nessun altro, e condividere le loro storie e le loro magiche esperienze potrebbe essere un’operazione di successo.

Una campagna da costruire con pazienza e da sviluppare con i vari mezzi di comunicazione a disposizione.

niente come…paesaggi mozzafiato immersi nel verde e dove l’acqua scorre attraverso le sue strade millenarie…”

Potremmo insieme costruire una rete di contenuti di valore generati dagli utenti (user generated content), per incentivare all’esplorazione del territorio ed incuriosire il target più ambito tra i viaggiatori ovvero l’experience seeker.

Un cercatore di esperienze disposto a spendere per la qualità della sua vacanza-viaggio e che per natura è un “evangelizzatore”, ovvero alimenta il buzz ( comunicazione virale) e la trasmissione delle emozioni e dei luoghi che le hanno generate.

 

 

Potremmo registrare centinaia di storie e di immagini in una pagina dedicata che potrebbe chiamarsi NullaComeLaSardegna ispirando suggestioni e motivazioni su perché sarebbe favoloso sperimentare la nostra cultura.

niente come…andare per il mare di Sardegna…”

E come i bravissimi marketers australiani di Nothing Like Australia integrare ogni contenuto e creare una mappa emozionale digitale con uno zoom di ricerca usabile e accattivante, fatta con la rete delle cose che i sardi ritengono siano speciali riguardo al loro territorio.

Una storia digitale della Sardegna navigabile per tipo di esperienza, location, ed altre parole chiavi pertinenti.

niente come… sentieri cuciti nel verde di uno scenario incantato, piccole strade che si aprono su rocce ed alberi, ti regalano la vista del mondo nella sua bellezza più sincera, e tu sei li gioioso a goderne la quiete :-)”

 

 

Coinvolgere le persone attive sul territorio con attività anche non strettamente turistiche, persone carismatiche che possano contagiare altre persone alla condivisione.

Integrare con dei video-experience girati con un metalinguaggio e simboli differenti dal convenzionale, che cerchino di coinvolgere tutti i sensi della esperienza di viaggio, una sorta di sinestesia guidata.

Ascoltare, assaggiare, annusare, toccare, osservare la Sardegna.

Un geoblog emozionale della Sardegna come itinerario foto-poetico che reinterpreta il rapporto con gli spazi ed i luoghi, riferendosi ai frammenti letterari e poetici del territorio, coinvolgendo i singoli in un processo educativo di scambio reciproco, tematizzando gli itinerari e rendendoli vivi con walk show e percorsi interattivi.

Non c’è nulla come…stare occhi al cielo a sognare mentre il mare parla e tutto intorno è bellezza :-)”

Possiamo fare questo sia come istituzione con un progetto di lungo periodo, che come singoli operatori del turismo, come cittadini della Sardegna.

E dopo aver citato i maestri del marketing australiano è un piacere ricordare alcuni casi italiani interessantissimi per la passione e la qualità che immettono nello studiare e sperimentare nuove strade riguardo alla comunicazione e alla fruizione dei nostri luoghi.

 

 

Un plauso sincero in questo senso va ad iniziative come il “Can’t forget Italy” di Mikaela Bandini che con il progetto pilota in Basilicata( speriamo presto pure in Sardegna)  ci suggerisce la grande possibilità comunicativa che un nuovo marketing sul turismo puo dare, possibilità che i nuovi strumenti tecnologici ci offrono e che possiamo e dobbiamo cogliere.

niente come… scivolare lentamente sull’acqua blu in compagnia dei nostri amici preferiti :-)”

Ed al team di Urban Experience che opera in un “ambito di progettazione e di azione per giocare le città attraverso la creatività sociale delle reti. Per reinventare spazio pubblico, tra web e territorio.”

Noi inizieremo nel nostro piccolo con il nostro blog in questa direzione, già da questa nuova categoria “NullaComeLaSardegna”, e cercheremo di dare vita alle “interviste possibili” con personaggi che amano ed operano in Sardegna , ospiteremo riflessioni, video, racconti, poesia, foto-racconti,  frammenti emozionali dal territorio, una calligrafia dei suoni, i nostri suoni ovvero la nostra voce.

 

 

Una rete da costruire insieme, nella certezza che tantissimi bravi operatori sapranno mettere passione e professionalità per dare vita a una migliore promozione della nostra amata terra, camminando sulla nostra diversità ed unicità, ma parlando al mondo. Come accaduto con rispetto in questi mesi con amici come Daniele Puddu di Sardegna in Blog.

niente come… andare con quella sensazione di leggerezza verso il mare lasciando il resto dietro :-)”

Perché se la Sardegna è unica come tanti altri luoghi magici del mondo, noi questa unicità la vogliamo comunicare, sottolineando con gioia perché per noi non c’è NullaComeLaSardegna. Niente come…beh un pò ce lo direte anche voi.

 

*Le foto nell’articolo sono di alcuni amici che già da tempo hanno iniziato un rapporto di collaborazione nella promozione emozionale della Sardegna : Isacco Curreli, Matteo Setzu Fotografo per passione, Wiktor Chrzanowski, Monica Serra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *